Agguato a Giugliano: ucciso un incensurato

Agguato a Giugliano: ucciso Luigi Mattera. L’uomo si trovava nell’auto intestata alla figlia di un boss

Agguato a Giugliano. Luigi Mattera, 43 anni, è stato ucciso a colpi di pistola in località Varcaturo. L’uomo si trovava all’interno di un’automobile quando i sicari lo hanno raggiunto ed hanno aperto il fuoco. Per Mattera non c’è stato scampo.

Mattera non ha precedenti penali. Nell’ultimo periodo l’uomo pare sia stato visto in compagnia di elementi riconducibili a qualche clan di camorra. L’omicidio di camorra sembrerebbe essere confermato da un particolare importante: l’auto sulla quale viaggiava la vittima è intestata alla figlia di un noto boss di camorra.

Il boss in questione è Gennaro Longobardi, uscito dal carcere da qualche mese. Tante le domande alle quali bisognerà dare una risposta. Perché Mattera si trovava nell’auto intestata alla figlia del boss? Si è trattato di uno scambio di persona oppure hanno ucciso Mattera per colpire il boss Longobardi?

Mattera lascia una moglie e due figlie. L’uomo era originario di Pozzuoli. Era un imprenditore attivo nel mercato ittico. Strano anche il luogo in cui è avvenuto il delitto. Infatti, anche il boss Longobardi è di Pozzuoli. A Giugliano, si sa, il clan che da anni si impone nel territorio è quello dei Mallardi. Diversi, dunque, i dubbi e gli interrogativi. Una sola, come sempre, la certezza: nel napoletano si continua, senza sosta, ad ammazzare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *