Angelo Vassallo: sei anni fa l’omicidio del sindaco di Pollica

Angelo Vassallo: sei anni fa il delitto del sindaco pescatore

Angelo Vassallo è stato un amministratore onesto e ha pagato il suo impegno civile con la vita. Sono trascorsi sei anni dalla morte del sindaco di Pollica. Una parte della verità è saltata fuori. Probabilmente, però, mancano ancora dei tasselli. La speranza è che presto si possa giungere ad una soluzione completa del caso.

Vassallo fu ucciso il 5 settembre del 2010 mentre rientrava a casa. Fu freddato da nove colpi di arma da fuoco. Dopo lunghe e difficoltose indagini, per l’omicidio del sindaco è stato arrestato Humberto Damiani. Di origine brasiliana, Damiani spacciava droga proprio in quell’area del Cilento, tra i comuni di Pollica ed Acciaroli.

Il sindaco avrebbe cercato di opporsi con tutte le sue forze ai tentativi della camorra di fare business nella bella ed affascinante costiera cilentana. Ecco perché si parla di omicidio di camorra. Bisognerà, però, ancora provare l’eventuale collegamento con qualche clan campano. Damiani, infatti, non viene accreditato come affiliato ad una cosca di camorra. Ecco perché è necessario che le indagini proseguano.

Angelo Vassallo è entrato nel cuore degli italiani onesti. Dalla sua vicenda è stato tratto anche un film che è stato trasmesso dalla Rai. E’ nata anche una Fondazione dedicata al sindaco. Tutte iniziative importanti, finalizzate a portare avanti i progetti e le idee del sindaco pescatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *