Clan Morabito: sequestro di beni per 217 mln ad imprenditore

Clan Morabito: maxi sequestro all’imprenditore Antonio Cuppari, ritenuto vicino alla cosca di Africo

Clan Morabito: sequestro di beni per un importo di 217 milioni di euro ai danni di Antonio Cuppari. Si tratta di un imprenditore accusato di essere contiguo alla cosca operante nel territorio di Africo. I beni sono stati sequestrati tra la Calabria ed il Lazio.

Il provvedimento di confisca è stato emesso dalla Sezione misure e prevenzione del Tribunale. A dare esecuzione al provvedimento ci hanno pensato la Guardia di Finanza e gli uomini dello Scico. Sono state confiscate 4 società commerciali, 51 terreni, 137 fabbricati ma anche 26 veicoli. Sequestrati, infine, vari rapporti finanziari.

Secondo le indagini della Guardia di Finanza, l’uomo avrebbe accumulato questa fortuna grazie soprattutto al clan Morabito. Sequestrato anche il complesso turistico di Brancaleone, noto come “Gioiello del mare“. Analizzando la storia imprenditoriale di Cuppari sarebbe emerso come l’uomo sia diventato ricco tutto d’un tratto. Non sarebbero emersi riscontri tra il reddito dichiarato ed il tenore di vita dell’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *