Mafia a Bari: 41 arresti, colpito il clan Misceo-Telegrafo

Mafia a Bari: arrestate 41 persone vicine al clan Misceo-Telegrafo. Catturato nel suo bunker il boss Fraddosio

La mafia a Bari è una realtà ben consolidata. 41 arresti sono stati effettuati nel corso di un’operazione eseguita dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria del Comando Provinciale Bari e dello Scico di Roma: 35 le misure cautelare in carcere, 6 ai domiciliari. L’operazione ha colpito principalmente il clan Misceo-Telegrafo, operante nella città di Bari e nei comuni limitrofi. 10 dei 41 provvedimenti sono stati notificati in carcere. Tra i destinatari il boss Giuseppe Misceo, soprannominato il “fantasma”, e il boss Arcangelo Telegrafo, detto “Angioletto”. Le accuse vanno dall’associazione a delinquere di stampo mafioso al traffico di droga, nonché furti e rapine, il tutto aggravato dall’utilizzo delle armi.

Di un certo spessore l’arresto di Umberto Fraddosio. Soprannominato “piccolino”, il boss è stato scovato all’interno di un bunker ricavato in un appartamento. L’ingresso era nascosto ed era coperto da una pianta e dalla ciotola di un cane.  All’interno del bunker sono stati rinvenuti un frigorifero, alcune sedie ed un computer. Gli inquirenti stanno analizzando il contenuto del Pc per identificare, eventualmente, ulteriori elementi utili alle indagini.

Non solo arresti per mafia a Bari. I finanzieri hanno eseguito sequestri patrimoniali per una cifra che si aggira intorni ai tre milioni di euro. I sigilli sono stati posti alle quote societarie di tre aziende nonché ad auto e moto, distributori di benzina, polizze assicurative e nove immobili. Attaccato, dunque, anche l’impero economico di un clan che poteva contare su una grande forza intimidatoria.

Alcuni imputati dovranno rispondere anche di diversi agguati ai danni di esponenti del clan rivale dei Mercante. I soldi del clan pare fossero custoditi da un incensurato, anch’egli arrestato nel corso dell’operazione. Il pm della Dda di Bari Patrizia Rautiis ha dichiarato che quanto accaduto sembra più vicino ai fatti raccontati nel telefilm Gomorra ma che, invece, rappresenta la realtà.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *