‘Ndrangheta in Australia: ucciso avvocato di origine calabrese

‘Ndrangheta in Australia: omicidio eccellente a Melbourne, ucciso l’avvocato di origini italiane Joseph Acquaro

La ‘ndrangheta in Australia e a Melbourne sembra una realtà ormai consolidata da tempo. Un omicidio avvenuto nelle ultime ore lo confermerebbe. Un avvocato originario del reggino, Joseph Acquaro, è stato ucciso con un agguato avvenuto in perfetto stile mafioso. L’uomo stava rincasando con la sua auto dopo alcune ore trascorse in un bar di cui era uno dei proprietari.

Non appena è stato ritrovato il cadavere ed è stata scoperta l’identità dell’uomo, sono partite le prime indagini che si sono subito indirizzate nei confronti della pista che porta alla ‘ndrangheta. Acquaro, esponente di spicco della comunità calabrese a Melbourne, in passato si era ritrovato a difendere diversi esponenti della mafia locale, tra cui Frank Madafferi. Le indagini degli inquirenti si sono concentrate sul fratello di Frank, ovvero Tony Madafferi, uomo d’affari e tra i maggiori esponenti dell’organizzazione criminale. Madafferi pare si fosse convinto che l’avvocato stesse mettendo in difficoltà l’organizzazione attraverso alcune dichiarazioni rese, in formato anonimo, ad un giornalista.

Si vocifera che Tony Madafferi avesse offerto 200.000 dollari a chi avesse ucciso l’avvocato Joseph Acquaro. Nonostante avesse, in diverse circostanze, difeso personaggi importanti della mafia locale, Acquaro non era mai stato arrestato e non era mai finito sotto indagine nell’ambito di reati legati alla criminalità organizzata. Pare che l’avvocato fosse molto legato alla sua terra d’origine e che, non appena se ne presentava l’occasione, ritornasse in Italia. Chi lo conosceva parla di lui come di una persona molto disponibile ad aiutare chiunque avesse bisogno d’aiuto, soprattutto i connazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *