Francesco Bidognetti: quando la “monnezza” diventa oro

Francesco Bidognetti, alla fine degli anni ’80, è il primo capo del Casalesi a comprendere cosa avrebbe significato per il clan entrare nel business dei rifiuti Francesco Bidognetti, sebbene si trovi in carcere da più di vent’anni, rappresenta ancora oggi un punto di riferimento importantissimo all’interno del clan dei Casalesi. Negli ultimi anni ha dovuto subire parecchie delusioni a livello…

Giuseppe Setola: il volto violento e crudele del clan dei Casalesi

Giuseppe Setola, boss spietato e violento che nel 2008 ha compiuto tanti omicidi. Suo obiettivo era punire i collaboratori di giustizia Giuseppe Setola è stato uno dei più spietati e sanguinosi killer del clan dei Casalesi. Considerato da sempre molto vicino a Francesco Bidognetti, dopo essere rimasto nell’ombra per tanti anni, Setola nel 2008 diventa il grande protagonista di un’ondata…

Anna Carrino: la coraggiosa scelta della moglie del boss Bidognetti

Anna Carrino, per anni al fianco di Francesco Bidognetti, dopo il suo arresto decide di pentirsi. Si apre una nuova era per il clan dei Casalesi Dopo Carmine Schiavone, il fenomeno del pentitismo nel clan dei Casalesi ha conosciuto altre fasi importanti nel corso del processo Spartacus, prima di arenarsi per qualche anno e di riprendere nel nuovo Millennio. A…

Spartacus: il processo al clan dei Casalesi

Spartacus è il processo giudiziario più importante ai danni del Clan dei Casalesi, ha avuto una durata di circa 10 anni Le dichiarazioni di Carmine Schiavone hanno permesso allo Stato di poter conoscere più da vicino il clan dei Casalesi. Spartacus è il processo che ha messo alle strette il clan dei Casalesi, un processo tra i più importanti d’Europa in…

Carmine Schiavone: prima contabile, poi pentito del clan dei casalesi

Carmine Schiavone è stato un esponente di spicco del clan dei casalesi. Cugino di Francesco Schiavone Sandokan, è stato il primo pentito dell’organizzazione Carmine Schiavone è stato uno dei più importanti esponenti del clan dei Casalesi. Era considerato un fedelissimo di Francesco Schiavone Sandokan prima che si pentisse e cominciasse a raccontare segreti sulla mafia campana più potente. Del resto,…

Sandokan: le imprese criminali di Francesco Schiavone

Francesco Schiavone detto Sandokan è stato uno dei boss più spietati e pericolosi del clan dei Casalesi. Fu il successore di Antonio Bardellino Quando si parla di Francesco Schiavone Sandokan si fa riferimento ad un boss che incamera diverse facce del camorrista, quello che sa essere spietato e violento quando serve ma anche quello che ha grande fiuto per gli…

Don Giuseppe Diana: il no alla camorra e l’amore per la sua terra

Don Giuseppe Diana, un prete coraggioso che ha sacrificato la propria vita per dire no alla camorra e ai casalesi “Per amore del mio popolo non tacerò”. E’ questa la frase di don Giuseppe Diana che è passata alla storia, una frase che rappresenta il simbolo della lotta del sacerdote di Casal Di Principe alla camorra e all’egemonia del clan dei…

Antonio Bardellino: il primo capo del clan dei Casalesi

 Antonio Bardellino, il primo grande capo della dinastia dei Casalesi Uno dei clan più forti della camorra del Novecento è sicuramente il clan dei casalesi. Si tratta di una sorta di confederazione di diversi clan  e famiglie camorristiche originarie e operanti in varie zone del casertano. Si parla di clan dei casalesi, però, perché le principali famiglie operano nel territorio…

Clan Di Lauro vs scissionisti: la faida di Scampia

Il Clan Di Lauro, dopo anni di controllo incontrastato del traffico della droga, si spacca. Nasce il clan degli scissionisti cui fa seguito una faida violentissima Dopo un incontrastato dominio su ampie zone della periferia nord di Napoli il clan Di Lauro si spacca. Paolo Di Lauro è latitante e, seppur abituato a vivere nell’ombra, non ha più la possibilità di…

Paolo Di Lauro: il clan di Ciruzzo ‘o milionario

Paolo Di Lauro: il boss di Secondigliano, le faide e il business della droga Paolo Di Lauro è stato uno dei boss della camorra più potenti e pericolosi del nuovo millennio. E’ cresciuto a Secondigliano, quartiere a nord di Napoli, all’ombra di un altro boss molto temuto già a partire dalla fine degli anni Settanta. Aniello La Monica aveva buoni…