Tre omicidi nel napoletano: due delitti a Miano, uno a Casola di Napoli

Tre omicidi nell’arco di poche ore: due persone sono state uccise a Miano, un terzo uomo è stato assassinato a Casola di Napoli

Tre omicidi nell’arco di una sola giornata, a distanza di poche ore l’uno dall’altro. Due gli agguati che hanno insanguinato la città di Napoli e, stavolta, anche la provincia. Partiamo dalla città capoluogo. Sono da poco trascorse le quattro del pomeriggio quando Domenico Sabatino e Salvatore Corrado vengono uccisi. I due si trovano in sella ad uno scooter, i killer irrompono e li freddano. L’agguato si verifica a Miano, storico feudo del clan Lo Russo. Fa rabbrividire che, al momento del duplice omicidio, in zona fossero presenti anche dei bambini che stavano giocando.

Passano poche ore e si torna ad uccidere. Il secondo agguato si verifica a Casola di Napoli, comune della provincia partenopea al confine con Gragnano e poco distante da Castellammare di Stabia. La vittima è Pasquale Starace, 63 anni. In questo caso sembrerebbe più difficile inquadrare il delitto. Starace, infatti, seppur pregiudicato, non avrebbe precedenti per reati collegati alla camorra. Non sarebbe, infatti, affiliato ad alcun clan. Anch’egli si trovava al bordo del suo scooter quando è stato ucciso. I killer erano in sella ad una moto di grossa cilindrata.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *